olio d'oliva

In Puglia Il Miglior Olio d’Oliva Italiano

Qual è il miglior olio d’oliva italiano? Difficile rispondere a una domanda del genere perché, se c’è un prodotto di eccellenza made in Italy riconosciuto in tutto il mondo, questo è proprio l’olio.

Tantissime le regioni che lo producono: basta pensare che Umbria, Toscana e Puglia sono tra le produttrici più rinomate al mondo.

L’olio d’oliva italiano, quello puro ed extravergine, è molto apprezzato anche all’estero perché è unico nel suo genere. Proprio per questo motivo, i prezzi di questo prodotto di eccellenza possono essere anche molto alti.

Dove si produce il miglior olio d’oliva italiano?

Per capire perché l’Italia sia così rinomata per la produzione di ottimo olio di oliva, basta mostrare qualche numero. Il media, nel paese si producono circa 450-500 mila tonnellate di olio di oliva e questo genera un giro di affari pari a circa 3,5 miliardi di euro.

Oltre 1 milione di italiani produce olio, sia a livello industriale che per consumo famigliare. Insomma, si tratta di una vera e propria tradizione, che unisce l’Italia dal nord al sud.

Ma quali sono le regioni più produttive da questo punto di vista? Stando ad alcune stime recenti, si può dire che la maggior parte dell’olio d’oliva italiano (più del 80% del totale) viene prodotto al sud: Puglia, Calabria e Sicilia sono le regioni che ne producono in quantità maggiori.

Seguono poi Liguria, Umbria, Toscana e Abruzzo. Non tutte le regioni appena citate, però, sono note allo stesso modo per prodotti di qualità superiore.

Se si pensa all’ottimo olio extravergine italiano, si pensa soprattutto a Puglia e Toscana, ma anche l’Umbria si difende bene in questi ultimi anni, arrivando a vincere anche molti premi per la qualità del proprio prodotto.

Nello specifico, è rinomato l’olio d’oliva pugliese perché ben 5 sono le Denominazioni di Origine Protetta che ha ottenuto questa regione.

Abbiamo, infatti l’olio DOP Collina di Brindisi, DOP Dauno, DOP Terra di Bari, DOP Terra d’Otranto, DOP Terre Tarentine. Tra le varietà di olive più rinomate ci sono la Cellina di Nardò, la Coratina, la Perenzana e l’Ogliarola.

Sebbene si tenda a parlare di olio d’oliva pugliese, si deve sottolineare che le zone dove c’è una maggiore produzione di questo prodotto sono diverse e differente è anche l’olio che si ottiene.

Come detto, molto noto è anche l’olio d’oliva toscano. Anche qui le menzioni geografiche sono importanti: troviamo olio di oliva Seggiano, Colline Lucchesi, Colline della Lunigiana, Colline di Arezzo e Colline Senesi.

Infine, rinomato è anche l’olio delle Colline di Firenze, dei Monti Pisani e Montalbano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *